Livigno Blog

Livigno ICON: dove il triathlon è epico e si scalano i giganti

Pubblicato da Enrico Gobbi il 06 agosto 2019

"Al limite, fra la favola e la realtà, ci sono i miti; quella è la terra dove stanno i giganti. Nascono all’origine del tempo e vivono in eterno; esseri incredibili per statura e forza. Solo gli dei osano affrontarli. Stanno molto vicini ai sogni; solo ai migliori è dato raggiungerli. Lo Stelvio siede là, imponente dominatore, re tra i giganti..." ecco il The Giant, la gara triathlon in calendario a Livigno il 1 settembre 2019, che come una ciliegina sulla torta chiude il weekend dedicato al Triathlon estremo di ICON.
Giant_ita

Nonostante i  1.816 metri di altitudine è un’aria rovente quella che si respira quest’estate a Livigno: alla grande attesa per gli importanti appuntamenti internazionali in agenda nelle prossime settimane si affianca la costante presenza in paese del meglio del meglio del nuoto, del ciclismo, del running e del triathlon mondiale.

Il Piccolo Tibet, questo è un dato di fatto, è sempre più il punto di riferimento nell’arco alpino per il turismo attivo, che ha una sua declinazione agonistica nella filosofia dell’allenamento in altura.

Un approccio innovativo ma allo stesso tempo classico e naturale, portato avanti anno dopo anno nella località valtellinese tra gli altri da Federica Pellegrini (Oro nei Mondiali di nuoto, Gwangju 2019) e Giulio Molinari (tre volte Campione europeo di triathlon e vincitore dell’Ironman 70.3 nel 2017). Giulio, che da un paio d’anni indossa la divisa del Livigno Team, sta preparando proprio qui gli appuntamenti più importanti della sua stagione agonistica.

A dire il vero sono tanti (e in aumento) gli atleti di caratura internazionale che nei mesi estivi si recano nell’altopiano più alto d’Europa per prepararsi al meglio ai rispettivi impegni: da Sebastian Kienle – triatleta tedesco pluricampione mondiale– a Emily Batty, biker canadese e i campionissimi Italiani come Vincenzo Nibali, Sara Dossena ed Elia Viviani passando per David Pleše - vincitore dell’Ironman di Barcellona nel 2015. Kienle e Pleše sono quindi un’ulteriore conferma di quanto irresistibile sia Livigno per i triatleti.

Nell’attirare questi campioni con effetto calamita ha giocato un ruolo fondamentale il costante sviluppo del territorio in termini di impianti e servizi. Il Centro Aquagranda è dotato di piscina e palestra e, per non far mancare niente, nel luglio 2019 è stata inaugurata la tanto attesa pista d’atletica. Per la corsa, inoltre, sono a disposizione 17 km di pista ciclabile e pedonale completamente pianeggiante e numerosi sentieri più o meno impegnativi. E i roadbiker? Beh, per loro c’è l’imbarazzo della scelta tra passi iconici e meravigliosi nelle zone limitrofe come lo Stelvio e il Bernina, oppure Gavia, Forcola e Foscagno.

Tutto questo, in un clima fresco e secco ideale per il corpo e per la mente, che permette di rilassarsi e di rigenerare muscoli e cervello dopo faticose sessioni di training.

Ma passiamo agli appuntamenti in agenda nelle prossime settimane. Il 30 agosto si terrà la 4° edizione dell’ ICON Livigno Xtreme Triathlon, una gara diversa da tutte le altre. Più che una tappa di triathlon l’ICON è una vera e propria sfida con se stessi, un’esperienza riservata ai più temerari che non hanno paura di superare i loro limiti, un’impresa tanto estenuante nello svolgimento quanto appagante nel compimento. D'altronde, il titolo di “icona” bisogna sudarselo, non lo regalano mica.

A conferma della sua unicità, l’ICON vanta tre primati mondiali tra le competizioni triathlon , uno per ogni disciplina:

  • la partenza più alta al mondo dal Lago di Livigno per un xtreme triathlon
  • il passo più alto al mondo in bici per un xtreme triathlon
  • l’arrivo a piedi al Carosello 3000, il cui motto è “Mountain is freedom”, è il più alto al mondo per un evento xtreme triathlon... e non abbiamo dubbi sul sapore di libertà che si gusta al traguardo

Insomma, un evento imperdibile per appassionati e non.

Il 1° settembre, poi, si svolgerà la 3° edizione della The Giant Livigno Stelvio Triathlon. Con partenza dal Lago di Livigno e arrivo sulla pista d’atletica, il percorso si estende tra paesaggi mozzafiato fino a toccare la confinante Svizzera. Nonostante le distanze siano minori, 1.200 mt nel lago di Livigno, 98km in sella alla roadbike raggiungendo la somma del gigante, l’iconico passo Stelvio, e 20km a corsa fino a raggiungere la pista d’atletica, si percepisce subito l’epicità dell’evento, dato dalla cornice naturale impervia e dalla quota che si tocca.

Lo sport multidisciplinare è l’essenza di Livigno, un luogo adatto al nuoto, perfetto per la corsa e congeniale alla bici. E allora, quale miglior posto per partecipare a un evento di triathlon?

Purtroppo le iscrizioni per l’ICON sono già chiuse... ma non sei poi così sfortunato: sei ancora in tempo per assicurarti gli ultimi posti disponibili per la The Giant, scoprendo e iscrivendoti alla gara a questo link.

Al limite, fra la favola e la realtà, ci sono i miti; quella è la terra dove stanno i giganti.
Nascono all’origine del tempo e vivono in eterno; esseri incredibili per statura e forza.
Solo gli dei osano affrontarli.
Stanno molto vicini ai sogni; solo ai migliori è dato raggiungerli.
Il loro fascino attrae gli spiriti più valorosi; la paura di non riuscire a piegarli, li respinge da loro.
Lo Stelvio siede là, imponente dominatore, re tra i giganti;
governa imperioso e provoca i migliori, invitando al confronto nuovi guerrieri.
Uno squillo di tromba annuncia la guerra.
È The Giant che chiama alla sfida le donne e gli uomini più valorosi.
È tempo di riscrivere la storia; nuove gerarchie attendono.
Non c’è dominio che non possa essere piegato da muscoli forti e ferree volontà.
È tempo di conquiste; di incoronare nuovi eroi.
È il tempo dei nuovi giganti.
Sei Pronto alla sfida?

#standthegiant

giant

Tag: Livigno, triathlon, allenamento in altura, nuoto, corsa, Icon Xtreme Triathlon, The Giant, maratona, bici da corsa, Stelvio

Iscriviti alla nostra newsletter